2
Guidata dal Presidente Alessandro Benetton, la scuderia Benetton Formula è riuscita a mettere a segno la conquista del titolo iridato nel campionato piloti del 1994 e 1995.

Alessandro Benetton entra con l’incarico di Presidente in Benetton Formula alla fine degli anni ’80, appena tre anni dopo la fondazione della scuderia. Il suo debutto è da subito positivo, con la conquista del terzo posto nella classifica costruttori, alle spalle di Ferrari e Mclaren-Honda. Tra il 1989 e il 1993 un’importante campagna acquisti reca nella squadra anglo-italiana l’apporto di personaggi destinati a entrare nella storia di questo sport: Ross Brawn, Flavio Briatore e Michael Schumacher. Il giovane pilota tedesco, strappato alla Jordan per le sue qualità indiscutibili, notate dai Benetton, dimostra da subito tutto il suo talento arrivando alla sua prima vittoria nel 1992 in Belgio, a Spa, sebbene la macchina non sia ancora al pieno della sua maturità. Nei due anni seguenti il team guidato da Alessandro Benetton raggiunge l’apice. Nel 1994, a conclusione di un campionato che vede Schumacher vincere 8 gare, arriva infatti il primo titolo piloti, agguantato all’ultima gara con un finale da cardiopalma. Nel 1995 la replica: le vetture del tedesco e del compagno Johnny Herbert dominano la stagione, 11 vittorie, e la scuderia si riesce così ad aggiudicare anche il campionato costruttori. All’uscita di Alessandro Benetton dal mondo della Formula Uno, nel 1998, segue anche l’abbandono del campionato da parte del team, acquisito dalla Renault nel 2000. Un’esperienza che tuttavia si è conclusa positivamente e che ha impresso nell’immaginario collettivo dei tifosi la storia di una scuderia che è stata in grado di farsi largo, in poco tempo, tra i grandi marchi automobilistici.
Cos'e' FeedBurner IT?

FeedBurner IT e' un selezionatore ed aggregatore web di news IT e Web 2.0.