1
Non si commettano più gli errori del passato e si consideri la città di Parma per quello che è: un importante centro strategico per l'Italia e l'Europa. Questo si auspica l'ex Sindaco Pietro Vignali, intervistato da "Parma Daily" sulla questione Alta Velocità.

Pietro Vignali per Parma: cosa è necessario fare

Il delicato tema della fermata dell'Alta Velocità a Parma riemerge ciclicamente in vista delle elezioni. Di Parma e della valorizzazione della città è un esperto Pietro Vignali, ex Sindaco. Si guarda con attenzione al mese di luglio per dare nel breve tempo la possibilità di avere più treni e sfruttare l'interconnessione mai utilizzata. Nel lungo periodo si auspica l'attivazione di collegamenti veloci o una fermata in linea con la Mediopadana di Reggio. "Speriamo che sia la volta buona e che questa manifestazione di volontà si traduca in qualcosa di concreto, a differenza di quanto accaduto nel recente passato", ha commentato Pietro Vignali in una recente intervista a "Parma Daily". "Benissimo se si riuscirà a realizzare la stazione in linea alle Fiere, ma questo non esclude nel frattempo non si possano far arrivare più treni veloci a Parma, attraverso l'interconnessione. Potrebbe essere un servizio aggiuntivo che parta da Piacenza e arrivi a Parma con la linea storica e che poi, utilizzando l'interconnessione, possa raggiungere l'AV a Roma in due ore e un quarto".

Pietro Vignali: più treni veloci per Roma, le soluzioni concrete

Pietro Vignali, Sindaco di Parma dal 2007 al 2011, nonché ex assessore all'Ambiente e alla Mobilità, sostiene con forza l'importanza centrale della città e la sua collocazione strategica per Italia ed Europa, grazie alla sinergia fra AV, Aeroporto Verdi e Pontremolese. "Da Sindaco ho provato a riportare a Parma la stazione in linea, approfittando dei ritardi che c'erano stati negli appalti a Reggio Emilia. Abbiamo avuto numerosi incontri con l'allora ministro delle Infrastrutture e Trasporti Altero Matteoli, ma ciò che era stato deciso dalla Conferenza dei servizi del 1997 non si poteva più cambiare". Un'occasione mancata, un vero e proprio "scippo" per la città come lo ha definito Pietro Vignali, ma si spera che in breve tempo le acque si smuovano per migliorare la situazione. In attesa dello studio di fattibilità promesso dal Ministro per una nuova stazione in line in prossimità delle Fiere, si punta ad ottenere più treni veloci per Roma senza interferire con il sistema attuale, "due corse al mattino e due al pomeriggio sarebbero sufficienti", ha spiegato l'ex Sindaco. Oppure "si potrebbe collegare l'Aeroporto con la Mediopadana attraverso una navetta ferroviaria, ma bisognerebbe studiare a livello tecnico se è fattibile". La città ha già perso l'occasione con il piano Italia Veloce, col decreto "rilancio" e con il Pnrr: non si attenda oltre.

Commenti

Chi ha votato questa news

Cos'e' FeedBurner IT?

FeedBurner IT e' un selezionatore ed aggregatore web di news IT e Web 2.0.