2
Prende sempre più piede la cartomanzia telefonica per diverse motivazioni. Innanzitutto perché i costi sono molto più bassi e poi perché, se prima ci si doveva spostare da casa per raggiungere la cartomante, oggi la si può contattare stando comodamente a casa, grazie al novero dei numeri telefonici che si possono comporre per farsi leggere le carte.
Gli utenti che si rivolgono alle cartomanti sono persone che attraversano momenti difficili e hanno necessità di trovare conforto e sicurezza in qualcuno che abbia la capacità di predire il futuro. Ma la cartomanzia non è solo questo, è anche ricerca del profondo in se stessi e ritrovamento della propria fiducia.

Storia della cartomanzia

La cartomanzia è un’arte divinatoria che viene praticata mediante l’uso di carte che possono essere di vario genere: carte normali, Tarocchi o particolari carte illustrate dette Sibille.
Le prime tracce di questo metodo si rinvengono nel periodo medievale, ma si trattava più che altro di dare significati casuali, a differenza di quanto avviene nell’era moderna, in quanto ogni carta possiede un simbolo al quale si dà un vero e proprio significato. Sono stati portati avanti diversi studi sulle origini della cartomanzia e vi è chi la fa risalire al tempo degli egizi, che utilizzavano sottilissime foglie d’oro sulle quali venivano riportati dei geroglifici di cui si dava lettura per predire il futuro. Altri studiosi sostengono che la chiaroveggenza sia nata in Cina per leggere i messaggi divini e che derivi dal gioco del domino. Ma il metodo degli egizi è probabilmente quello che si avvicina maggiormente a quello moderno. I geroglifici lasciarono spazio ai simboli rappresentati sulle carte medievali; le prime tracce pare che si ritrovarono in Germania, Spagna e Francia. In Francia si cercò di creare una sorta di vademecum della cartomanzia e ciò segna anche la nascita della versione moderna di questo metodo divinatorio.

Carte: Tarocchi e Sibille

I Tarocchi consistono in un mazzo di carte da gioco, composto da 78 carte totali, di cui 22 Arcani maggiori (detti anche trionfi) e 56 Arcani minori.
Gli Arcani maggiori è il gruppo di carte quasi fondamentale per i Tarocchi; più precisamente sono 21, alle quali si aggiunge la carta del Matto. Generalmente si utilizzano insieme alle carte degli Arcani minori, ma spesso si dà lettura dei soli Arcani maggiori per una valutazione rapida del futuro.
Gli Arcani minori sono 56 carte, suddivise in 4 gruppi rappresentati dai semi: denari, coppe, bastoni e spade. Gli Arcani minori nella chiaroveggenza sono utilizzati per leggere elementi significativi della vita.
Quindi i Tarocchi non si leggono solamente per predire il futuro, come si pensa, ma per dare chiarezza al consultante.
Cos'e' FeedBurner IT?

FeedBurner IT e' un selezionatore ed aggregatore web di news IT e Web 2.0.