2
I problemi di masticazione degli anziani senza denti o con pochi denti possono essere notevoli, spesso è anche una questione psicologica non semplice da affrontare, ma fatto sta che l'anziano, scoraggiato dalla situazione, possa alimentarsi poco e non adeguatamente, con il rischio concreto di potersi debilitare e/o disidratare.

In linea generale, per gli anziani senza denti è consigliata la cosiddetta dieta morbida, ovvero delle ricette dove tutti gli alimenti presenti sono preventivamente frullati o ridotti in pezzi piccolissimi da poter ingerire senza il minimo sforzo.

Come seguire la dieta morbida nel modo giusto

Non è difficile seguire un esempio di dieta morbida, l'importante è che non si esageri con le quantità. Molto spesso, infatti, accade che l'anziano voglia mangiare più del solito: ciò succede principalmente per il fatto che, essendo cibo in forma semiliquida, è molto veloce da digerire; ma allo stesso tempo, dopo che si sono avuti problemi di masticazione importanti, per l'anziano è una sorta di grazia poter mangiare di nuovo tutto liberamente.

Naturalmente, una sovralimentazione è sconsigliata, specie se l'anziano è allettato.

In tutti i casi, è bene parlare con il proprio medico di fiducia così che questi possa analizzare lo stato di salute dell'anziano, la presenza di specifiche patologie e il suo stile di vita e dare una dieta precisa da seguire, eventualmente da integrare con vitamine et similia.
Cos'e' FeedBurner IT?

FeedBurner IT e' un selezionatore ed aggregatore web di news IT e Web 2.0.