4
Nonostante i favori del pronostico è la Polonia a fare la partita, troppo timida e rinunciataria la Germania che per i primi 45 minuti sembra accontentarsi del pareggio. Entrambe le squadre come in una partita a scacchi aspettano le mosse dell’avversario e di conseguenza le occasioni da gol latitano. Senza neanche un minuto di recupero l’arbitro, l’olandese Kuipers, mette fine ad un orripilante primo tempo in cui non abbiamo annotato nemmeno un tiro in porta.

Bastano 20’ per capire di assistere ad una ripresa diversa. Subito Milik ha una palla comoda da spingere di testa ma la colpisce di naso, nell'azione successiva Götze impegna per la prima volta Fabiański con un tiro ben calibrato ma centrale. Milik spreca un’altra occasione, Özil impegna Fabiański. Il match però non si schioda dallo 0-0 allora Löw getta nella mischia sia Schürrle che Mario Gómez. Ma dopo i cambi succede ben poco perché pare che le due squadre abbiano stipulato un patto di non belligeranza. Termina senza vincitori né vinti. Il primo 0-0 di questi Europei. La Germania (che interrompe la striscia di 14 partite consecutive a segno) e la Polonia salgono a quota 4 in classifica nel gruppo C rimandando senza troppi patemi il discorso qualificazione alla prossima partita in cui sfideranno rispettivamente Irlanda del Nord e Ucraina.

Germania (4-2-3-1): Neuer; Howedes, Boateng, Hummels, Hector; Kroos, Khedira; Muller, Ozil, Draxler (26' st Gómez); Gotze (21' Schurrle). A disp.: ter Stegen, Leno, Mustafi, Podolski, Can, Weigl, Tah, Sané, Kimmich, Schweinsteiger. All.: Loew
Polonia (4-4-2): Fabianski; Piszczek, Glik, Pazdan, Jedrzejczek; Blaszczykowski (35' st Kapustka), Krychowiak, Maczynski (30' st Jodlowiec), Grosicki (42' st Peszko); Milik, Lewandowski. A disp.: Boruc, Szczesny, Cionek, Wawrzyniak, Salamon, Linetty, Zielinski, Starzynski, Stepinski. All.: Nawalka
Arbitro: Kuipers
Ammoniti: Khedira, Ozil, Boateng (G), Maczynski, Grosicki, Peszko (P)

Cos'e' FeedBurner IT?

FeedBurner IT e' un selezionatore ed aggregatore web di news IT e Web 2.0.