2
I cambi degli ucraini risultano i più efficaci perché, anche se al termine dei primi quarantacinque minuti le due squadre hanno avuto più o meno lo stesso numero di occasioni, la Polonia punge due volte nei primi cinque minuti, con Milik fermato da Pyatov e poi assist-man per un Lewandowski che spara alto, e poi lascia l'iniziativa agli avversari. Con un Zinchenko ispiratissimo l'Ucraina spaventa, senza mai però battere Fabianski: Yarmolenko ha un paio di occasioni importanti tra il 10' il 17', cadendo anche a terra in area di rigore dopo un contatto sospetto, e Konoplyanka non manda il pallone troppo lontano dal palo con una conclusione intorno al 30'. Zielinski e Kapustka sulle fasce non funzionano, i due terzini faticano e Lewandowski è troppo solo: a salvare la patria ci pensa la coppia centrale Glik-Pazdan.

Dagli spogliatoi non torna Zielinski, sostituito da Błaszczykowski: è proprio l'ex Borussia Dortmund a segnare, a nove minuti dal suo ingresso in campo, la rete che decide l'incontro, trovando la porta dopo essersi liberato di Rotan con un bel dribbling. Per quanto la Polonia sia più equilibrata di quella vista nel primo tempo, a far la partita è sempre l'Ucraina che, però, come anche nei migliori momenti contro la Germania, fatica a concludere: ci prova fino alla fine, con un colpo di testa di Zozulya all'80' e una conclusione da fuori di Rotan, ma chiude la partita, come il torneo, senza aver mai gonfiato la rete altrui.

Ucraina (4-2-3-1): Pyatov; Fedetskiy, Khacheridi, Kucher, Butko; Rotan, Stepanenko; Yarmolenko, Zinchenko (73' Kovalenko), Konoplyanka; Zozulja (92' Tymoshchuk). All.: Fomenko
Polonia (4-4-2): Fabianski; Cionek, Glik, Pazdan, Jedrzejczyk; Zielinski (46' Błaszczykowski), Jodlowiec, Krychowiak, Kapustka (71' Grosicki) ; Milik (93' Starzynski s.v.), Lewandowski. All.: Nawalka
Marcatori: 54' Błaszczykowski

Cos'e' FeedBurner IT?

FeedBurner IT e' un selezionatore ed aggregatore web di news IT e Web 2.0.