1
Sono in crescita le segnalazioni per intossicazione e o intolleranze da parte della sgombrotossina Istamina, una volta solamente inerenti al consumo di specie ittiche mal conservate, ma che oggi giorno si trova anche in altri prodotti.

Il pesce e le specie ittiche in generale sono di consumo quotidiano da parte dei consumatori. Rendendo questo pericolo alimentare molto importante.

Il Reg CE 1019/13 modifica l’allegato I, capitolo I del Reg CE 2074/05 , sui criteri microbiologici applicabili ai prodotti alimentari, relativo ai limiti massimi sulla presenza di istamina nei prodotti della pesca.

Oltre i prodotti ittici, freschi e o conservati, le persone che soffrono di intolleranza e o sensibilità a questa sostanza devono fare attenzione anche a:

Pomodori, crauti, spinaci.
Conserve, Ketchup e salsa di soia.
Salsicce, salame, carne secca, prosciutto affumicato, mortadella…
Formaggi fermentati e stagionati.
Alcolici, vino, birra.
Aceto di vino.
Cioccolato/cacao.
Fragola, banana, ananas, papaya, agrumi (arance, pompelmi…), kiwi, lampone, pera, avocado.
Noci, nocciole, mandorle e anacardi.
Albume d’uovo.
Carne di maiale.
Caffè.
Vista la gran quantità di prodotti nei quali possono trovarsi livelli alti di istamina non è semplice né il trattamento ne il riconoscimento di questa intolleranza....

Commenti

Chi ha votato questa news

Cos'e' FeedBurner IT?

FeedBurner IT e' un selezionatore ed aggregatore web di news IT e Web 2.0.