2

Grande protagonista delle camere da letto contemporanee e alleato numero uno di chi non dispone di grandi spazi, il letto contenitore necessita di una manutenzione accurata e, purtroppo, non è così semplice da pulire: ecco perché Mondoflex è pronta a spiegarvi in alcuni chiari passaggi come pulire al meglio il vostro letto contenitore.

Milano, maggio 2021. Senza testiera, in legno o in ferro battuto: i modelli di letto matrimoniale sono davvero tanti e quando ci si accinge a scegliere il più adatto alla propria camera da letto occorre prestare attenzione non solo alle proprie preferenze estetiche, ma anche ad altri fattori come ad esempio la dimensione della stanza.

Il letto contenitore, infatti, è il modello salvaspazio per eccellenza: grazie al suo particolare formato può far sparire alla vista coperte, piumoni e quant’altro. Ma, come in molte situazioni, ci sono sempre pro e contro: uno “svantaggio” di questa tipologia di letto è che pulirlo risulta più complicato rispetto ad altri modelli.

Una corretta manutenzione e pulizia del letto contenitore, tuttavia, è ovviamente possibile seguendo alcuni passaggi che renderanno queste operazioni molto più agevoli. Ecco i consigli di Mondoflex, azienda leader della vendita di materassi e reti, guanciali, poltrone, divani e letti da più di 20 anni.

Come pulire il letto contenitore e prendersene cura

Per prima cosa, quando si deve pulire il letto contenitore, bisogna assolutamente svuotarlo del tutto. Inoltre, per lavare anche il pavimento al di sotto sarà bene rimuovere i pannelli su cui vengono posizionati gli oggetti.

L’aspirapolvere vi sarà di grande aiuto per pulire a fondo e, per rimuovere lo sporco in eccesso, anche un passaggio con il panno elettrostatico sarà opportuno.

Lo step successivo è quello del lavaggio in sé e per sé: potete affidarvi ad un sapone igienizzante oppure, se preferite, ad un detergente fai-da-te ottenuto con acqua e aceto. Pannelli e struttura andranno puliti, dunque, con un panno in cotone imbevuto della soluzione detergente che avete scelto. La superficie esterna e quella interna andranno poi risciacquate con acqua tiepida e asciugate con un panno nuovo.

Per prevenire la formazione di muffa, infatti, è necessario assicurarsi di non lasciare il contenitore umido, ma di asciugarlo sempre con grande attenzione. Oltre ai prodotti specifici, anche l’aceto e il sapone di Marsiglia in questo caso risulteranno idonei.

Infine, per riporre i vestiti ed evitare che si riempiano di polvere in breve tempo l’ideale è conservarli in sacchetti per il sottovuoto, mentre è opportuno igienizzare altri oggetti quali borse e valigie prima di sistemarli all’interno del letto contenitore.
Cos'e' FeedBurner IT?

FeedBurner IT e' un selezionatore ed aggregatore web di news IT e Web 2.0.