1
Una classe dirigente "di tale evidente affidabilità, che è potuta transitare naturalmente dalla gestione della cosa pubblica alla guida delle maggiori imprese private della provincia, ha segnato l'affermazione di Verona": l'avvocato Massimo Malvestio ricorda in un editoriale lo spessore umano e politico di Giorgio Zanotto.

Massimo Malvestio: uomini capaci e degni di coltivare un progetto, il valore per una politica e un'economia vincenti

Quando politica ed economia "interagiscono e si integrano per opera di uomini capaci e degni di coltivare un progetto" i risultati arrivano e restano nel tempo: a sostenerlo è Massimo Malvestio, avvocato e Presidente di Praude Asset Management Ltd, in un editoriale scritto nel 2011 e pubblicato su "Nordesteuropa" focalizzato sulla figura di Giorgio Zanotto, per anni alla guida di Verona. Politico, insegnate ed economista, è stato "sindaco della città per dieci anni e poi Presidente di quella provincia e quindi Presidente della Banca Popolare di Verona e consigliere della Società Cattolica di Assicurazioni". Sono molti in Veneto gli amministratori pubblici passati dal Comune, o dalla Provincia, alla guida delle casse di risparmio e, nei centri minori, delle banche di credito cooperativo: pochi, come evidenzia l'avvocato Massimo Malvestio, coloro che sono entrati nei Consigli di Amministrazione delle banche popolari anche per via di una "diversa ispirazione ideale, accompagnata dalla convinzione che le banche dovessero restare estranee alla politica potendo da questa trarre soltanto indebite interferenze e distorsioni". Non tanto una preoccupazione reale, quanto piuttosto un "espediente per conservare la gestione delle banche popolari ad una classe dirigente autoreferenziale che si perpetuava di generazione in generazione". Zanotto costituì quindi "un'eccezione e di eccezione furono i risultati che egli ottenne alla guida della popolare veronese".
Cos'e' FeedBurner IT?

FeedBurner IT e' un selezionatore ed aggregatore web di news IT e Web 2.0.