1
Nicolò Zanon è attualmente giudice della Corte Costituzionale e Ordinario (fuori ruolo) di Diritto costituzionale nell’Università degli Studi di Milano. Ha iniziato la sua carriera come ricercatore presso l’Università di Torino.

Nicolò Zanon: l’inizio della carriera
Torinese di nascita, Nicolò Zanon è laureato in Giurisprudenza presso l’Università di Torino (tesi in Diritto pubblico comparato). Dopo aver conseguito il titolo di dottore in ricerca in Diritto comparato presso l’Università di Firenze, è ricercatore presso la Facoltà di Scienze Politiche della medesima Università. Approfondisce il suo percorso formativo anche all’estero, in Francia e Germania, per poi diventare Assistente di Studio del giudice costituzionale prof. Valerio Onida, presso la Corte Costituzionale. Al contempo, fa il suo ingresso nel mondo accademico come professore: insegna Istituzioni di diritto pubblico presso l’Università Bocconi di Milano. È solo il primo di numerosi incarichi nei più prestigiosi atenei italiani. Gli anni della docenza corrispondono per Nicolò Zanon a una intensa attività scientifica, relativa a temi quali la posizione costituzionale dei parlamentari e la loro tradizionale libertà dai vincoli di mandato. Altre tematiche di suo interesse sono la giustizia costituzionale, il diritto regionale, la tutela dei diritti fondamentali nei diversi ordinamenti.

Nicolò Zanon: l’impegno in ambito istituzionale
Nel 1998 Nicolò Zanon diventa componente del “Gruppo di lavoro per la Riforma dello Statuto regionale”, istituito presso la Regione Lombardia, oltre a far parte del comitato di redazione della rivista “Ideazione”, del comitato scientifico della rivista “Giurisprudenza costituzionale”, della direzione della rivista “Quaderni costituzionali” e del comitato scientifico della rivista “Percorsi costituzionali”. Editorialista per importanti quotidiani (Il Sole 24 Ore, Il Giornale, Libero), fa inoltre parte del Consiglio di Amministrazione della Fondazione italiana per la ricerca contro il cancro (FIRC) e del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Rosselli di Torino. Nel 2010 è eletto dal Parlamento in seduta comune componente laico del Consiglio Superiore della Magistratura, carica che mantiene fino alla fine del mandato nel 2014. Nel 2013 Nicolò Zanon è nominato componente della Commissione dei cd. “saggi” per la revisione della parte seconda della Costituzione. Attualmente, è giudice della Corte costituzionale su nomina del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, è Ordinario (fuori ruolo) di Diritto costituzionale nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Milano e Cavaliere di Gran croce dell’Ordine al merito della Repubblica italiana, onorificenza ricevuta nel 2017.
Cos'e' FeedBurner IT?

FeedBurner IT e' un selezionatore ed aggregatore web di news IT e Web 2.0.