2
Non abbiamo alcun timore di “bestemmiare”. Noi tutti italiani ed europei, NON abbiamo lezioni da prendere in tema di rispetto e dignità, meno che mai hanno bisogno di ascoltare sermoni in piazza le giovani ed i giovani italiani come è accaduto sabato 10 gennaio a Milano nelle manifestazioni di solidarietà con le vittime delle stragi di Parigi. Le parole pronunciate davanti alle telecamere dal giovane marocchino e dalle ragazze velate nel video che segue, sono l’ennesima riprova che non basta essere partoriti sul suolo europeo perché si facciano propri i valori della tolleranza e della libertà e s’impari a tenere distinto il piano delle convinzioni personali da quello della convivenza civile. Non importa il luogo dove si nasce, un uomo così come una donna, diventano e sono quel patrimonio ideale di usi e consuetudini, di fede e costumi che ricevono in eredità dalla famiglia e dal contesto comunitario in cui crescono ed i cui tratti sono quelli distintivi di un popolo. Sconcertante che alcun commentatore abbia saputo rispondere alle assurde pretese di questi che si dicono italiani e pretendono di vivere nella nostra società e trarre profitto dalla nostra economia senza rinunciare all’arroganza di un pensiero retrivo ed oscurantista: sarai al sicuro, solo quando penserai e vivrai come me. Nelle loro parole si palesano tutti i cedimenti culturali del modello d’integrazione predicato ed imposto fin dalle scuole elementari più per esigenze di ordine finanziario che per efficacia di metodo educativo: il multiculturalismo. In realtà, è...

Commenti

Chi ha votato questa news

Cos'e' FeedBurner IT?

FeedBurner IT e' un selezionatore ed aggregatore web di news IT e Web 2.0.