2
La rigidità del clima nel nostro inverno rende i climatizzatori gli strumenti meno utilizzati per il riscaldamento delle case in questo periodo dell’anno. Questo nonostante il fatto che tutti i moderni climatizzatori siano dotati ormai delle pompe di calore. Il climatizzatore viene utilizzato come strumento per riscaldare l’ambiente soprattutto in autunno quando si desidera stemperare l’umidità delle giornate un po’ più fresche.

L’arrivo dell’inverno, però, determina sempre l’uso di altri strumenti per il riscaldamento domestico come le caldaie, i termocamini e le stufe a biomassa. Solitamente vengono considerati più efficaci per riscaldare la casa. I climatizzatori, quindi, vengono tenuti spenti fino all’estate successiva quanto tornano a entrare in funzione.

Pochi sanno, però, che è proprio l’inverno il periodo ideale per prendersi cura del proprio climatizzatore. Bastano pochi accorgimenti per poter tornare a usarlo in estate nel pieno delle sue funzionalità e prestazioni.

Iniziamo!

Esegui la manutenzione e la pulizia dei filtri

I filtri sporchi del climatizzatore nel periodo invernale diventano l’ambiente ideale in cui batteri, muffe e allergeni possono proliferare e vivere prosperamente fino all’estate. Se non vengono tenuti puliti il rischio è quello di avere poi una pessima qualità dell’aria in casa; un problema per chi soffre di allergia agli acari per esempio. Pulire i filtri del climatizzatore è un’operazione semplicissima da fare anche perché oggi vengono posizionati in modo da essere facilmente accessibili.

L’ideale è pulirli alla fine dell’autunno e poi, riprendere a pulirli più frequentemente in estate quando il climatizzatore tornerà in uso. Bisogna ricordare di pulire periodicamente anche lo split interno del climatizzatore spolverandone le superfici e le alette. Per una pulizia più approfondita si può chiedere al proprio centro di assistenza per climatizzatori preferito.

Proteggi il motore del climatizzatore dalle intemperie!

La parte esterna del climatizzatore è quella che ha bisogno di maggiore protezione durante i mesi invernali. È qui, infatti, che è posizionato il motore. Se si desidera proteggerlo dalle intemperie e dalla corrosione dello smog si può applicare un semplice sacco di plastica sulla sua superficie: in questo modo si evita che la polvere, lo smog e l’acqua piovana vada a intaccare le sue parti interne.

Non dimenticare di proteggere anche il tubo di scarico della condensa: svuotalo completamente dai residui d’acqua e chiudi l’estremità aperta con un po’ di scotch: in questo modo eviterai che gli insetti possano fare il nido al suo interno.

Seguendo questi piccoli accorgimenti avrai la possibilità di poter usare il climatizzatore in estate nel pieno delle sue funzionalità.

Commenti

Chi ha votato questa news

Cos'e' FeedBurner IT?

FeedBurner IT e' un selezionatore ed aggregatore web di news IT e Web 2.0.