2
Reputation Manager, società leader in Italia nell’analisi e nella gestione della reputazione nei canali online, e il nuovo sito dedicato al diritto all’oblio.
L’introduzione della normativa relativa al diritto all’oblio applicata ai motori di ricerca
Le normative relative alla tematica del diritto all’oblio sanciscono il diritto, per ogni singolo cittadino, di effettuare una richiesta di rettifica, aggiornamento o cancellazione di qualsiasi notizia sia ritenuta lesiva per la propria identità e la propria persona. Il cosiddetto diritto ad essere dimenticati è inserito tra i diritti inviolabili presenti all’interno della costituzione, posta la condizione che i fatti in oggetto non rappresentino notizie di chiaro interesse pubblico nel momento in cui la richiesta viene effettuata. Nel 2012 si inizia a parlare di diritto all’oblio legato a internet, con l’intento di proteggere i dati personali dei fruitori da eventuali usi illeciti che ne potevano derivare. È però il 2014 l’anno della svolta, quando la Corte di Giustizia Europea viene chiamata a decidere in merito a una richiesta di rimozione di alcuni articoli lesivi dal web da parte di un cittadino spagnolo: l’uomo vince la causa e scrive un importante precedente che, nei mesi successivi, ha costretto tutti i motori di ricerca ad inserire un’apposita sezione per la richiesta di rimozione di contenuti dal web in ottemperanza al proprio diritto all’oblio...
Cos'e' FeedBurner IT?

FeedBurner IT e' un selezionatore ed aggregatore web di news IT e Web 2.0.