2
Affrontiamo adesso gli adempimenti burocratici che una mamma si trova a dover affrontare nel momento in cui apre una attività di Temporary shop. Questi adempimenti sono gli stessi che ci ritroviamo ad affrontare quando iniziamo una nuova attività commerciale.

Ad elencarli ci si spaventa: Posta elettronica certificata, firma digitale, apertura della partita Iva, iscrizione al registro delle imprese, iscrizione all’NPS, iscrizione all’INAIL, denuncia di inizio attività, autorizzazioni per le eventuali insegne, agibilità dei locali, tasse comunali, divieto di fumo, ed iscrizione all’associazione di categoria.

Sconfortate? Diciamo subito che un’aiuto lo possiamo avere da appositi professionisti che comunque dovremo coinvolgere (ad esempio il commercialista, camera commercio, comune) tuttavia, come al solito, più siamo informati meno errori commetteremo. Inoltre, almeno in teoria, tutti questi adempimenti burocratici possono essere fatti in autonomia a costi molto contenuti.
Tentiamo quindi di analizzare quindi le varie voci, punto per punto, indicando ,ove possibile, dei link per ulteriori approfondimenti.

Commenti

Chi ha votato questa news

Cos'e' FeedBurner IT?

FeedBurner IT e' un selezionatore ed aggregatore web di news IT e Web 2.0.