2

Siamo frenetici, sempre in movimento e perennemente in ritardo. Se poi ci si mettono di mezzo anche il traffico e i problemi con il parcheggio passa la voglia di spostarsi con la propria auto. Certo esistono i mezzi pubblici ma non sempre coprono comodamente il nostro tragitto, e poi bisogna sempre tenere conto della dilatazione dei tempi. 

Per questo quando spuntano app e nuovi servizi che si propongono di facilitare i nostri spostamenti è facile che abbiano subito successo. 



E' il caso del famosissimo Uber, il servizio che fornisce trasporto automobilistico privato attraverso un'app che mette in collegamento diretto passeggeri e autisti. Nato nel 2009 a San Francisco ha subito una notevole espansione in tutto il mondo e parallelamente un forte coro di polemiche.




Esistono poi molti altri sistemi di condivisione auto. A partire dai car sharing cittadini, come non citare quindi Ioguido. 

E' fresca la novità dell'arrivo a Torino di Car2go, già presente a Roma, Firenze, Milano e in altre 12 città in tutta Europa, che a differenza di altri car sharing non ha stazioni fisse e l'auto può essere prelevata e lasciata ovunque. I costi non sono elevati e si propongono con innovative formule di convenienza che ricordano i piani tariffari dei cellulari. Il tutto fruibile, in seguito a un'iscrizione, con un'app. 

Analogamente sbarca, sempre a Torino come novità, Enjoy di Eni, che offre la possibilità di prenotare delle Fiat 500.





Dopo il taxi privato di Uber e il car sharing come non parlare del car pooling? 

E quale nome più famoso se non BlaBlaCar! 

Anche qui la lista di chi si propone per questo servizio sarebbe lunga, tenendo anche conto dei molteplici car pooling aziendali o scolastici. In ogni caso la condivisione ha molteplici vantaggi, economici ma anche ambientali, e per questo ci piace sottolinearne i pregi.



Stando ai dati del 2013 Torino risulta una delle città italiane più attive nel campo del ride sharing, al terzo posto nella classifica delle città che contano più offerte/richieste di passaggio. Il Piemonte in generale, invece, ha il pregio di essere una regione particolarmente attenta alle novità del web: con alti numeri di utenti iscritti a community di condivisione auto. 



Il fatto che siano nate iniziative come Uber e BlaBlaCar ha il merito di offrire la possibilità di recensire i fornitori per agevolare gli utenti ed evitare situazioni spiacevoli con viaggi al buio. Ricordiamo però che anche i fruitori possono essere recensiti, in una continua rete di commenti che può favorire, è vero, ma a volte anche rendere il tutto più ingarbugliato.



Monica


Cos'e' FeedBurner IT?

FeedBurner IT e' un selezionatore ed aggregatore web di news IT e Web 2.0.