2
L’autocritica fa bene, se eccessiva rischia di diventare controproducente, ma evitarla, come siamo abituati a veder fare dalla nostra classe dirigente, passata e presente, è “solamente” rischiosa.

Mi sento una privilegiata a guardare il nostro paese da lontano, perché riesco ad apprezzare a pieno la sua bellezza, ma allo stesso tempo riesco a coglierne tutto ciò che non va e che forse facciamo finta di non vedere.
Minimizziamo la crisi economica e politica che viviamo dicendo che è globale, che è di assestamento, che le cose prima o poi cambieranno.

Vi posso assicurare che il resto del Mondo è in realtà estremamente preoccupato per la nostra situazione.
L’Italia è ferma, non cresce, dalla crisi sul debito sovrano non ci siamo mai realmente usciti. È sufficiente leggere una prima pagina di un quotidiano estero per accorgersi che siamo relegati ad un articoletto, in cui cambiano ogni giorno gli autori delle dichiarazione, alternandosi Juncker, Moscovici, e le risposte non risposte del nostro premier o dei suoi sottoposti ma non la sostanza. Mentre si parla di “sorpresa Portogallo” o “Spagna semicore” si continua a definire la situazione Italiana come altamente delicata.

Commenti

Chi ha votato questa news

Cos'e' FeedBurner IT?

FeedBurner IT e' un selezionatore ed aggregatore web di news IT e Web 2.0.